Archivio

Post Taggati ‘parte’

Kubilaj KHAN vs PENTHESILEA -Ordalia tra una "locale" e una "immigrata"- 2°parte

5 Luglio 2007 16 commenti


…quella era la città delle mitiche Amazzoni e PENTHESILEA ne era la mitica Regina.

KUBILAJ e PENTHESILEA si trovarono di fronte, dapprima si squadrarono valutandosi a vicenda con il chiaro intento di incutersi timore reciproco.
La prima a parlare fu P. rompendo un interminabile silenzio carico di pathos:

-Sono PENTHESILEA e queste sono le Amazzoni, vedo una donna a capo di questo valoroso esercito, vedo anche ke il tuo esercito è nettamente soverchiante rispetto al mio, in caso di conflitto ben poche sarebbero le nostre possibilità di vittoria, ma non sono qui a chiedere clemenza, sappi ke se deciderai di attaccarci ci difenderemo fino all’ultimo respiro dell’ultima Amazzone e ti giuro ke al termine della battaglia tu stessa, se sopravviverai, non sarai in grado di quantificare i cadaveri dei tuoi guerrieri, quindi onde evitare un’inutile ecatombe ti propongo un patto: se dovrà esserci uno scontro propongo ke avvenga tra noi due, donna tu, donna io, DONNA contro DONNA! Chi vincerà disporrà dell’altra.-

K. capì ke l’Amazzone aveva ragione, quel conflitto non aveva senso, lei non sapeva ke farsene di una città di sole donne, senza uomini da poter arruolare, avrebbe potuto andarsene in pace…………però………..però!

Rimaneva comunque il fatto ke era stata sfidata da un’altra donna, si chiese cosa avrebbero pensato i suoi uomini se avesse rifiutato quel duello, ke aveva avuto paura? Lei, ke non aveva mai temuto nessun uomo, paura di una donna!? Non fosse MAI!!!
Era gioco forza accettare quella sfida, oltre tutto era curiosa di vedere come fosse battersi con una donna, sarebbe stata la prima volta.
Secondariamente era curiosa di vedere come avrebbero reagito i suoi uomini nel vederla battersi con un’altra Regina, doveva ammetterlo, la cosa la eccitava non poco.

Allora così parlò a sua volta: – Sono KUBILAJ KHAN e accetto la tua proposta, ci batteremo senza armi, a mani nude, in una lotta senza esclusione di colpi fino a quando una di noi non rimarrà senza sensi o senza la stessa vita.-

Nota storica:
Penthesilea morì in battaglia durante l’assedio di Troia, uccisa da Achille dopo un asperrimo duello. Si dice ke Achille, convinto di essersi battuto con un uomo, volesse alla fine vedere il volto di colui ke l’aveva impegnato così strenuamente, quindi sfilatole l’elmo ke ne celava i lineamenti e rendendosi conto ke era una donna, lì per lì si innamorasse del suo bel viso morente.

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , , ,